La mia Arte

L’arte della spatola

Molti pittori che dipingono a spatola usano abbozzare il disegno sulla tela prima di applicare il colore con la spatola. Mario Salvo, però, non è tra questi. La tecnica che il maestro ha perfezionato negli anni lo ha portato ad essere in grado di iniziare un'opera utilizzando unicamente la spatola dal primo all'ultimo tratto, partendo dalla tela immacolata.

La prima cosa che c'è da sapere sulla spatola è che si tratta di uno strumento non ancora largamente usato dai pittori ed è spesso messo in ombra dal più comune pennello. Questo significa però che, presumibilmente, la spatola ha ancora un'ampia forbice di evoluzione e sperimentazione, soprattutto per quanto concerne l'attuazione della stratigrafia.

Le spatole stanno assumendo sempre più importanza non solo per la preparazione del colore, ma anche per l'applicazione e per dipingere. Non sono pochi i pittori che dipingono solo a spatola, mentre molti pittori le usano per diverse operazioni. Comunque sia, nello studio pittorico di un artista, le spatole non devono mancare, esse anche se solo per alcune operazione sono insostituibili.

versione definitiva -5°stesura 6
blank
Esistono due differenti tipologie di spatola, le spatole dritte e quelle a gomito. Sono diverse non solo nella loro forma ma anche per le funzioni che svolgono. Le spatole dritte, simili ad un coltello da cucina, con lama flessibile, vengono utilizzate principalmente per mescolare il colore o per pulire la tavolozza. I tipi di spatole dritte che si trovano in commercio sono a lama di metallo, rettangolari o a forma di losanga, sempre a spigoli arrotondati. Le spatole a gomito, invece, hanno una lama elastica e sensibile ed il manico inclinato per evitare che le nocche delle dita sfiorino la tela. Sono disponibili in diverse misure e in diverse forme, a cazzuola, a losanga, ellittica, con leggera inclinazione o senza, possono essere utilizzate anche per applicare alla tela del colore. Infatti la punta di queste spatole è molto utilizzata per dipingere. Le spatole con lamina lunga sono utilizzate per spargere colore su grosse superfici e sono ottime per l'imprimitura della tela, e per le campiture. Alcuni pittori, utilizzano le spatole in sostituzione dei pennelli, dimostrando la versatilità di questo strumento.
Utilizzare la spatola al posto del pennello per dipingere può servire a donare al quadro un carattere più definito, ma anche un'emotività più sottile in base a come l'artista modella il colore sulla tela. Utilizzando la spatola per dipingere si possono dunque avere degli effetti diversi. Abbiamo l'effetto impasto quando con la spatola si distende uno strato di pittura più spesso rendendo l'illusione di un corpo solido, mediante l'ispessimento dello strato di colore. Si ha l'effetto traslucido se si utilizza il bordo della spatola per raschiare via la pittura dalla tela, lasciando in questo modo un effetto di trasparenza. Si possono avere, infine, degli effetti vari utilizzando la spatola per picchiettare il colore e ottenere dei rilievi che possono offrire numerose sfumature, ideali per rappresentare particolare quali la schiuma delle onde, l'erba o il fogliame.
versione definitiva -5°stesura

Cos'è la tecnica della pittura a spatola?

Cos'è la tecnica della pittura a spatola?
La mia pittura é realizzata attraverso uno strumento alquanto difficile chiamato spatola. La difficoltà a trovare tanti adepti nasce dal fatto che é improbo cimentarsi in un tecnicismo talmente raffinato da esplodere in tutto il suo splendore solo per chi riesce, professionalmente, a saper velare trasparenze affascinanti plasmandole ad alternanze di impasti di colore che variano tra vigorosi e delicati. Ovvero Spatola Stratigrafica.
Perché in una società dove la sopravvivenza è il problema di tutti dovremmo interessarci di arte?
Perché, oltre il corpo, bisogna nutrire e far sopravvivere anche la mente e l’animo umano. E per evadere un attimo dal grigiore che ci attanaglia!
In un momento in cui la cultura è stata messa ai margini, quali sono le iniziative che bisogna intraprendere per rilanciarla e riportarla al centro dell’attenzione del grande pubblico?
Innanzitutto desidererei puntualizzare che é stata messa ai margini la cultura tradizionale per dar posto a quella globalizzata e sociale, dal retrogusto ironico, graffiante, spesso drammatica ed a sfondo polemico. Complici i media e le testate giornalistiche e televisive che anabolizzano spazi cult spazzatura a scapito di stupende, pulite e propedeutiche rappresentazioni teatrali o cinematografiche. Si torni umilmente da dove si era partiti e, con tanta pazienza e spirito rieducativi, si potrà tornare a risplendere. E sono altresì sicuro che il grande pubblico tornerà in massa ad applaudire per far battere nuovamente il cuore dalle tante emozioni perdute.
Quali sono le iniziative più interessanti a cui può partecipare in questo momento chi si interessa di arte?
Non sono il tipo che suggerisce come un Cicerone il bello ed il brutto. Potrei farlo ma per l’altissimo rispetto che ho dell’altrui intelligenza, dico soltanto a chi vuole girare per visionare arte di entrare ovunque la sua curiosità lo attiri per farsi da solo il suo giudizio artistico. Solo così riusciremo a far pulizia di quel che di falso tuttora viene ancora esposto e spacciato per arte.
Call Now ButtonCHIAMA